Come fare il pane nel forno a legna?

Come fare il pane nel forno a legna

Il pane è un alimento base in tutto il mondo semplice da preparare e allo stesso tempo molto gustoso. Sono sempre di più le famiglie che desiderano fare il pane nel forno a legna, in modo genuino e tradizionale.

Nei forni a gas o elettrici la cottura è semplice poiché la temperatura del forno è facile da controllare. Nel forno a legna invece le cose di complicano un pò in quanto sta all’abilità del fornaio capire la giusta temperatura del forno e aggiungere se necessario altra legna.

In questo articolo vedremo tutti gli elementi necessari al fine di ottenere una cottura del pane in forno a legna perfetta e uniforme.

Tutto quello che devi sapere sulla cottura del pane nel forno a legna

Se per cuocere la pizza il forno necessita di essere alla massima temperatura per il pane non vale la stessa cosa: deve essere cotto ad una temperatura di circa 180/220 gradi.

Il forno a legna è da sempre usato per cuocere un pane dall’aroma inconfondibile. I profumi sprigionati dalla legna conferiscono un sapore unico a crosta e mollica e la cottura in questi forni rende il pane croccante fuori e morbido all’interno. La parte difficile sta nel capire quando il forno è pronto ad accogliere l’impasto.

Uno dei metodi più utilizzati per capire se il forno a legna è pronto ad accogliere il pane è infornare prima un paio di pizze e vedere in quanto tempo cuociono. In genere la maggior parte degli amanti di pane e pizza utilizza un’unica accensione del forno per entrambi gli alimenti. Prima si cuociono le pizze e dopo il pane.

Questo perché il pane va infornato a forno spento solitamente senza alcuna traccia di brace mentre la pizza necessità di fiamma viva.

Il pane ha un’idratazione minore rispetto alla pizza e la forma è più voluminosa: necessita di cuocere per più tempo e a temperature più basse in modo che il calore riesca ad arrivare in modo uniforme anche all’interno. Il pane in genere prevede un’idratazione intorno al 50/60% in modo da consentire una maggiore conservabilità del prodotto.

É necessario usare una buona legna da ardere per il forno a legna: evitare legna resinosa, pezzi di legno trattati con agenti chimici o altro combustibile non idoneo come plastica o alluminio.

L’aspetto più importante è la camera di cottura del forno che dovrebbe essere idonea a questo tipo di cottura. I forni a legna per pane Iacoangeli hanno una camera di cottura in mattone refrattario, materiale naturale al 100% in grado di arrivare e mantenere alte temperature in modo costante nel tempo. I forni più economici sono in genere in cemento refrattario, materiale chimico che potrebbe spaccarsi a temperature elevate e non in grado di mantenere a lungo un calore costante.

Come capire quando il forno a legna è pronto per il pane

Un forno a legna pronto per cuocere il pane cambia colore, quando la volta del forno diventa bianca è il segnale che il forno ha raggiunto la temperatura massima. Prima di infornare il pane bisognerà aspettare che il calore diminuisca e nel frattempo è possibile cuocere la pizza.

In genere, per pani da pezzature di un chilo circa il forno va mantenuto intorno ai 210 gradi. Per pezzature più piccole intorno al mezzo chilo va bene un forno intorno ai 230 gradi.

In quale parte del forno si cuoce il pane

In base alla grandezza del forno e al calore al suo interno il pane può essere cotto nella parte frontale del forno (vicino alla bocca) oppure più indietro. L’importante è che il forno abbia raggiunto in precedenza il picco di calore.

Prima di cuocere il pane il forno va preparato: bisogna spostare la brace su di un lato con l’aiuto della pala e rimuovere cenere o altri residui con una spazzola apposita.

Ricorda che il pane a differenza della pizza non va mai cotto con fiamma viva nel forno. Un altro espediente consiste nel lasciare il coperchio del forno leggermente aperto in modo da far scendere la temperatura in modo costante.

Quando togliere il pane dal forno

In base alla temperatura, all’impasto o alla grandezza dei pani i tempi di cottura sono estremamente variabili. In genere un pane è cotto quando la crosta è dorata e croccante. Un modo per capire se la pagnotta è pronta è ‘bussare’ il fondo: se si sente un rumore sordo, come se l’interno fosse vuoto allora il pane è cotto al punto giusto.

Molto dipende dall’abilità e dall’esperienza che si acquisisce man mano nel tempo.

Pane cotto nel forno a legna: quali sono i vantaggi?

Un pane fatto in casa e cotto nel forno a legna ha un’aroma inconfondibile senza contare la genuinità: sarai veramente certo di mangiare un prodotto di qualità con ingredienti scelti.

In cucina nulla è soddisfacente come sfornare una bella pagnotta dal forno e lasciarla raffreddare permettendo che tutta la casa profumi di buono.

Per ottenere un ottimo risultato la qualità del forno è indispensabile. I forni Iacoangeli sono costruiti dal 1983 in maniera artigianale e montati da operatori esperti. Ogni forno è costruito con pannelli di cemento armato per garantire la durevolezza nel tempo. I mattoni refrattari garantiscono una temperatura altissima e costante nel tempo oltre ad essere materiali di origine 100% naturale.

I nostri forni in muratura per pane e pizza sono costruiti per durare a vita e spedizione e montaggio sono sempre inclusi nel prezzo.
Per maggiori informazioni non esitare a contattarci: risponderemo al più presto e ti aiuteremo a scegliere il forno più adatto alle tue esigenze.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *